Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Continuando la navigazione su omeopata.org senza modificare le impostazioni del browser, l'utente accetta tale utilizzo.

Accetto
Omeopatia Roma
Dott. Candeloro Omeopata
omeopata.org Dr. Candeloro omeopata Omeopatia Omeopatia Hahnemann Omeopatia indicazioni Omeopatia guarigione Omeopatia link Omeopatia divulgazione Studio Omeopatia contatti

Bambini e Omeopatia - L'omeopatia per la cura del bambino

 

- redazionale già pubblicato su www.cure-naturali.it


Omeopatia per la cura del bambino: premesse

L'omeopatia ha un'azione sempre molto favorevole su bambini di qualsiasi età, essendo addirittura in grado di effettuare una terapia cosiddetta eugenetica fin dai primi giorni dopo il loro concepimento.
Il motivo per il quale l'omeopatia ha risultati sempre così pronti ed efficaci su bambini e neonati, risiede nel fatto che quella componente infinitesimale intorno alla quale si struttura tutto l'organismo umano, nella sua complessità psicofisica, e che da Hahnemann in poi chiamiamo energia vitale, a questa età non ha ancora presentato molte di quelle perturbazioni, ad essa derivanti dal continuo ricorso a sostanze terapeutiche aggressive, e ad abitudini e inclinazioni temperamentali che, in seguito al loro continuo ripetersi, la rendono sempre più torpida e insufficiente, nelle sue risposte, agli stimoli esterni, e in particolare a tutti quelli potenzialmente patogeni. Nel bambino e nel neonato, invece, questa componente è ancora in grado di rispondere prontamente agli stimoli dei rimedi omeopatici, che mirano proprio a potenziare le capacità di difesa e di riparazione dei piccoli, agendo su quella componente infinitesimale di cui abbiamo appena parlato, e permettendo, così, nei primissimi mesi di vita un accrescimento armonico e fisiologico del bimbo, in sintonia con la sua costituzione d'origine e, successivamente, di effettuare proprio una terapia cosiddetta costituzionale, che prevenga in maniera ottimale le principali affezioni a cui, proprio per costituzione anatomica, si è predestinati e che, molto sommariamente, ricorderemo qui di seguito.

Omeopatia per la cura del bambino: terapia costituzionale

Nel bambino sulfurico le più frequenti manifestazioni patologiche sono essenzialmente quelle cutanee e quelle esonerative delle prime vie aeree; nel carbonico comprendono, invece, una certa lentezza d'apprendimento e la poca disponibilità all'attività fisica in generale, con la conseguente tendenza alle patologie d'accumulo per iperalimentazione; nel fosforico, infine, prevalgono la facile affaticabilità, psichica ancor più che fisica, e tutta una serie di affezioni legate a turbe del sistema neurovegetativo, per lo più su base emotiva, che lo rendono facilmente suscettibile a malanni di diversi distretti corporei e come tale lo fanno definire, da noi omeopati, un soggetto perennemente malaticcio.
E' ovvio che, anche per costituzione, il bambino sulfurico entrerà rapidamente e improvvisamente nelle malattie e, per queste, presenterà sempre reazioni vivaci e intense, il carbonico, avrà invece processi decisamente più torpidi e lenti, che si manifesteranno per lo più in fase avanzata di sovraccumulo, il fosforico, invece, avrà, proprio per quanto detto, convalescenze interminabili, che lo renderanno sempre più convinto della sua minusvalenza rispetto agli altri.

Omeopatia per la cura del bambino: principali campi di applicazione

Si capisce allora che l'ambito terapeutico dell'omeopatia, tra i bambini è diretto innanzitutto alle cure di prevenzione e di miglioramento delle loro capacità di fronteggiare agenti patogeni in maniera adeguata e sempre più efficace e, ovviamente a ridurre la tendenza al sovraccumulo alimentare del carbonico, alla facile stancabilità, inizialmente solo psichica, del fosforico, e all'eccessiva competitività del sulfurico che lo porta ad appropriarsi di ciò che desidera anzitempo e senza rispetto di ciò che lo circonda.
Da tutto questo nascono le numerose indicazioni terapeutiche dell'omeopatia nel corso dell'infanzia, che comprendono: le malattie cutanee e allergiche, i disturbi respiratori ricorrenti e l'asma, la tendenza al sovrappeso, all'obesità e all'iperinsulinismo, le turbe caratteriali che riguardano tutte le possibili manifestazioni dell'essere, dall'iperattività, alla passività, all'eccessiva insicurezza o timorosità.
Tutti aspetti, fisici e mentali, che configurano l'adulto che verrà, e le sue diverse sfumature caratteriali, non sempre adatte alla buona convivenza con il creato e con il prossimo.

^ Torna a "Omeopatia dalla A alla Z - I parte"

domande omeopatia
Copyright©2002 Tutti i contenuti, anche parziali, presenti su www.omeopata.org non possono essere riprodotti senza autorizzazione.