Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Continuando la navigazione su omeopata.org senza modificare le impostazioni del browser, l'utente accetta tale utilizzo.

Accetto
Omeopatia Roma
Dott. Candeloro Omeopata
omeopata.org Dr. Candeloro omeopata Omeopatia Omeopatia Hahnemann Omeopatia indicazioni Omeopatia guarigione Omeopatia link Omeopatia divulgazione Studio Omeopatia contatti

Capelli e Omeopatia - L'omeopatia per combattere la caduta dei capelli

 

(di F. Candeloro - medico omeopata)


Omeopatia per combattere la caduta dei capelli: rimedi e terapie omeopatiche

In questa sezione affronteremo il problema dei capelli, osservando in rassegna tutti i possibili cambiamenti di questi in relazione ad alcuni rimedi omeopatici e alla loro progressione anche relativamente all'età e alle circostanze intercorrenti.
Ricordiamo semplicemente che in condizioni normali il capello si rinnova continuamente attraverso tre distinte fasi: la prima, di crescita, dura due o tre anni e interessa l'85% dei capelli; la seconda è quella durante la quale la radice del capello risale verso l'esterno; la terza, infine, porta alla comparsa di un capello di sostituzione a fianco a quello caduco. Un rimedio omeopatico, frequentemente somministrato per problemi cutanei, è Sulfur, il quale caratteristicamente può presentare una dermatite furfuracea del cuoio capelluto molto pruriginosa, che tipicamente è aggravata dai lavaggi, lavaggi che il soggetto Sulfur peraltro non gradisce mai troppo; altra caratteristica del rimedio, soprattutto nelle costituzioni più longilinee, è la tendenza a discorrere un po' su tutto con un atteggiamento di apparente padronanza di molti argomenti, che gli vale il termine di filoso cencioso.
Rimanendo nelle costituzioni più longilinee ricordiamo Phosphorus, che si caratterizza per la perdita di capelli a ciocche in soggetti generalmente di età giovane-adulta, facilmente impressionabili e caratterizzati dalla facilità ai processi emorragici, e dalla facile stancabilità mentale e fisica.
Sempre in età adulta-giovanile, un altro rimedio frequentemente utilizzato è Natrum Muriaticum: il soggetto in questione presenta capelli e cute grassi, ma al contempo mucose secche e screpolate; l'acne, se presente, si localizza soprattutto in corrispondenza dell'attaccatura dei capelli, mentre sul piano caratteriale il paziente si presenta suscettibile e rancoroso, e ha spesso con un insolito desiderio di sale, che può arrivare a sgranocchiare in maniera separata dalle pietanze. Passando a soggetti di corporatura decisamente più robusta, spesso portati al sovraccumulo, prevalentemente alimentare, un rimedio spesso indicato è Thuja: il soggetto interessato presenta capelli e cute del volto grassa e oleosa, e una sudorazione sovente aumentata che, se particolarmente vischiosa, ci spingerà invece a prescrivere Mercurius; dal punto di vista emotivo si tratta di soggetti che presentano spesso ansia prima di impegni, scadenze, ma anche malesseri passeggeri, con la tendenza a pensarvi spesso, e un tipico aggravamento di sintomi fisici e cutanei per esposizione all'umidità.
In donne in menopausa o nell'immediato post-partum, dove possono essere presenti modificazioni ormonali anche importanti, un rimedio spesso utilizzato è Sepia: la caduta dei capelli in queste persone non sempre è uniforme, e si associa ad una caduta complessiva del tono dell'umore e degli organi addominali e pelvici, con sentimenti di apatia, indifferenza e sensazioni di pesantezza localizzate, e di facile affaticamento della zona lombare, tutto migliorato dal movimento intenso.
Procedendo nell'avanzare dell'età un rimedio frequentemente indicato in costituzioni tanto longilinee quanto più robuste è Lycopodium: i capelli, spesso già diradati, si presentano senza nerbo e a volte grassi; alle problematiche dei capelli si associano quelle di una cute spesso giallastra o olivastra e comunque dall'aspetto malsano e precocemente invecchiato al pari di tutto l'atteggiamento del soggetto Lycopodium, che può presentare anche precoce incanutimento; l'addome è globoso e il soggetto è facilmente irritabile, ma anche emotivo e insicuro, con frequente ansia da prestazione, che contrasta con un atteggiamento spesso teso al dominio sull'altro.
Precoce incanutimento, infine, può presentare un altro rimedio spesso indicato nelle fasi di vita più avanzate, vale a dire Baryta carbonica, dove la calvizie è spesso sostenuta da problematiche di circolo che giustificano anche la poca memoria e l'atteggiamento comunque schivo e insicuro della persona; frequente in questi pazienti il rialzo della pressione arteriosa, legato appunto ad un' aterosclerosi progressiva, che riduce il lume delle arterie e quindi la circolazione in tutti i distretti corporei. In definitiva, scorrendo questi pochi rimedi, abbiamo osservato alcune delle condizioni più comuni a carico del cuoio capelluto, sovente anche determinate da circostanze intercorrenti - come il post-partum e la menopausa - come anche dal progredire dell'età.
I rimedi omeopatici descritti agiranno essenzialmente rallentando - in persone predisposte geneticamente a queste alterazioni - la loro evolutività, trattandosi di rimedi che spesso seguono una sequenzialità ben preciso in grado di giustificarne il loro utilizzo, appunto, in età e circostanze differenti della vita di ogni essere umano.

^ Torna a "Omeopatia dalla A alla Z - II parte"

domande omeopatia
Copyright©2002 Tutti i contenuti, anche parziali, presenti su www.omeopata.org non possono essere riprodotti senza autorizzazione.