Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Continuando la navigazione su omeopata.org senza modificare le impostazioni del browser, l'utente accetta tale utilizzo.

Accetto
Omeopatia Roma
omeopata.org Dr. Candeloro omeopata Omeopatia Hahnemann Indicazioni Guarigione link divulgazione contatti
romaexplorer

La dieta in omeopatia

 
Per coloro che seguono una terapia omeopatica non esistono particolari obblighi alimentari. E' bene ricordare, tuttavia, che curarsi con l'omeopatia vuol dire, in qualche modo, cambiare anche il proprio stile di vita, rendendolo più naturale e più sano. Il consiglio più importante da dare, allora, è che la quantità di cibo ingerito sia sempre in funzione del dispendio energetico giornaliero, questo al fine di non incorrere in quegli eccessi di peso, che spesso sono il preludio a patologie ben più serie (ipertensione e diabete, solo per citarne alcune).

Ecco alcune semplici regole per una corretta dieta omeopatica:

  • ripartire l'alimentazione della giornata in più pasti, così da non affaticare la digestione
  • ridurre al minimo l'ingestione di liquidi durante ciascun pasto
  • diminuire il consumo delle proteine animali (carni, uova, pesce), che all'occorrenza possono essere validamente sostituite da quelle vegetali (legumi in particolare)
  • aumentare il consumo d'insalate fresche, verdure cucinate al vapore, frutta e succhi di frutta freschi
  • sostituire i cibi raffinati (zucchero, pane, sale) con i corrispettivi integrali
  • limitare il consumo di sostanze nervine (tè, caffè, fumo di sigaretta) e alcolici

Combinazioni alimentari consigliate in omeopatia:

  • a pranzo carboidrati, vegetali verdi, e latticini freschi in piccola quantità
  • a cena proteine e vegetali verdi
  • la frutta è preferibile consumarla lontano dai pasti.
A queste semplici regole occorre aggiungere quella, non meno importante, di mangiare lentamente, in altre parole compiere il maggior numero possibile di atti masticatori così da triturare completamente il cibo e renderlo più facilmente aggredibile dai succhi gastrici.

domande omeopatia
Copyright©2002 Tutti i contenuti, anche parziali, presenti su www.omeopata.org non possono essere riprodotti senza autorizzazione.